Primo OPENDAY dell'XI Edizione del Master SBS

In cattedra i Campioni Origone, Galtarossa e Bechis, con gli agenti Carera e D’Amico

Origone, Galtarossa e Bechis con gli agenti Carera e D’Amico al Master SBS

 

(Origone, Galtarossa e Bechis con gli agenti Carera e D’Amico al Master SBS)

Un Open Day d’eccezione quello di oggi per gli studenti dell’undicesima edizione del Master SBS in Strategie per il Business dello Sport, ideato da Verde Sport in collaborazione con Ca’ Foscari. Oggi in Ghirada sono saliti in cattedra: “Missile” Simone Origone, campione del mondo di chilometro lanciato di sci, Marta Bechis, palleggiatrice dell’Imoco Volley e Rossano Galtarossa, cinque volte campione del mondo, medaglia d’oro olimpica di canotaggio nel quattro di coppia. 

Attenzione anche al management dello sport con gli interventi di Andrea D’Amico (agente Fifa di calciatori quali: Giovinco, Aquilani, Criscito, Bocchetti, Lopez e in passato Alessandro Del Piero, Gennaro Gattuso, Oliver Bierhof, Gianluca Vialli, Dino Baggio) e Johnny Carera (agente di ciclisti professionisti quali Vincenzo Nibali e Fabio Aru).

Andrea D'Amico al Master SBS Johnny Carera al Master SBS

(sx Il dott.D'Amico, dx Johnny Carera)

 

Gli interventi, che si sono susseguiti dalla mattina al tardo pomeriggio in una tavola rotonda moderata da Andrea Vidotti, manager sportivo di Ideeuropee (Partner del Master SBS), hanno permesso agli studenti del master di capire le caratteristiche che servono per diventare manager, attraverso il racconto di chi manager lo è già, ma anche attraverso la voce di sportivi, che di manager ne hanno avuto bisogno. 

Marta Bechis al Master SBS

(Marta Bechis al Master SBS)

Così Marta Bechis, palleggiatrice dell’Imoco Volley (Partner del Master SBS) : “Il volley non è riconosciuto sport professionistico, la difficoltà maggiore per noi atlete è quindi realizzare i nostri obiettivi sportivi ottenendo una certa sicurezza economica, per questo dobbiamo necessariamente essere  predisposte a cambiare città ogni due anni; cambiare e ricostruire un gruppo squadra dopo squadra. A seconda dell’approccio può essere stimolante o penalizzante. Quest’anno gli obiettivi dell’Imoco sono alti: cercheremo di centrarli tutti con la forza del gruppo che è fondamentale, anche se la squadra verrà completata la prossima settimana con l’arrivo delle ultime atlete americane.” 

Rossano Galtarossa al Master SBS

(Rossano Galtarossa al Master SBS)

Il viaggio di Rossano Galtarossa è invece iniziato dal basket: “Ero in un gruppo vincente, avevamo battuto il Petrarca Padova, ma non mi sentivo a mio agio, anzi ero proprio un “brocco”, per cui iniziai a remare quasi per caso con il Cus Padova. La prima volta che mi sedetti in barca fu imbarazzante e venne a ripescarmi l’allenatore perché non mossi un remo. La prima gara fu anche peggio e finii in un canneto, ma nonostante l’esordio non troppo felice capii che il canotaggio era il mio sport. Oggi non ho rimpianti. Lo sport mi ha insegnato la determinazione e l’elasticità che mi ha permesso di capire cosa diventare una volta appeso il remo al chiodo e anche oggi, quando qualcuno discutendo un progetto mi presenta le difficoltà o lati negativi non lo ascolto. Uno sportivo non pensa alle difficoltà, altrimenti mollerebbe prima, è fondamentalmente ottimista e deve esserlo anche nel mondo del lavoro quando termina la carriera sportiva ed entra, per così dire, nella normalità. Molte delle nostre scelte succedono anche per caso e lo sport insegna anche e soprattutto a reagire agli imprevisti.” 

 

(Simone Origone al MasterSBS)

E di imprevisti ne sa qualcosa Simone “Missile” Origone, campione del mondo di chilometro lanciato: “Mi ricordo ancora la prima gara a sei anni di sci: mi fermavo a salutare il pubblico, ma poi il mio allenatore mi disse che non si doveva fare – spiega - per me lo sci alpino era tutto, facevo parte della squadra dell’Esercito  in discesa libera e super G. ma quando fui esonerato, fu un duro colpo. Divenni guida alpina, ancora mi mancava qualcosa. Per caso un mio amico mi fece provare per gioco la pista di velocità di Les Arcs, e fu subito amore. Dopo un mese feci la prima gara. Difficile gestire la paura e l’adrenalina: “Se un atleta di chilometro lanciato alla partenza inizia ad avere paura, è meglio che attacchi gli sci al chiodo. Si ha paura un mese prima della gara, forse la sera prima, ma quando si è allo start l’adrenalina cancella tutto. L’unico momento in cui ho avuto paura è stato durante a discesa del K2: mi convocarono due settimane prima della partenza e non ero preparato. Poi su 4 alpinisti che toccano la vetta, uno muore nella discesa. Quel momento ebbi paura e infatti ero molto spesso in contatto con la mia famiglia, sicuramente più spesso di quanto non faccia ora. In ogni caso la mia carriera sportiva più promettente è partita da un infortunio e da una casualità: una gita a Les Arcs.” Guarda il video del Record di Simone!

 

Rimani sempre aggiornato sul Master SBS Iscriviti alla Newsletter

La Redazione Web

MASTER SBS


Master in Strategie per il Business dello Sport
Verde Sport Srl, C.F. - P.IVA 03707630269, mail: info@mastersbs.it
uffici di Venezia: tel: +39 041 2346853, fax +39 041 2346941 - sede di Treviso: +39 0422324313
capitale sociale € 8.000.000,00 - REA 291790 TV

Contattaci   Privacy Policy